Cantine Oddero in Piemonte. La luce del sole per la Riqualificazione dell’Ambiente
La luce del sole e la temperatura sono alla base di questo progetto firmato dall’Architetto Maria Teresa Bruno, che pone l’accento sulla maniera di illuminare in modo omogeneo con luce naturale

Illuminare in modo omogeneo con luce naturale, utilizzando la luce del sole e monitorando la temperatura, sono state le tematiche affrontate dall’Architetto Mariateresa Bruno per la progettazione delle Cantine Oddero a Cuneo. La progettazione delle cantine richiede accorgimenti che a volte tra loro sono contrastanti: una luce con indice di resa cromatica molto elevato e, allo stesso tempo, un controllo della temperatura interna estremamente accurata. Non si può però dimenticare che la luce del sole e le vigne hanno un legame indissolubile, senza il sole non sarebbe possibile ottenere uno dei prodotti per cui l’Italia è conosciuta in tutto il mondo

La storica Azienda Vitivinicola, giunta alla settima generazione, ha posto l’attenzione sulla cura dell’ambiente, cosa che fino ad oggi gli ha permesso di produrre l’eccellenza dei Vini Piemontesi di Langa: Barolo e Barbaresco. Grazie ad un progetto ben studiato ha potuto riqualificare e ammodernare le aree produttive, prevedendo l’adozione di tecniche “Green” più innovative ed attuali

Grazie alla collaborazione tra l'Ingegnere Matteo Capello, l’Architetto Mariateresa Bruno e Infinity Motion è stato possibile sviluppare un progetto illuminotecnico ad hoc per soddisfare l’esigenza dell’area: circa 400 m2 di un fabbricato esistente, nel contesto di un tradizionale cascinale di inizio ‘900. Con l’utilizzi di 12 Solatube® DS290 (Ø 35 cm) è stato possibile assolvere in maniera ottimale le prestazioni richieste senza interventi edili invasivi

La tecnologia Solatube® consente di illuminare in modo omogeneo lo spazio lavorativo con luce naturale priva di raggi UV, bloccando gran parte dei Raggi Infrarossi. Tali raggi, infatti sono particolarmente dannosi durante la lavorazione del vino, in quanto vanno ad alterare e deteriorare alcune proprietà, mentre la componente infrarossa, se non controllata, potrebbe modificare le condizioni climatiche con aumento della temperatura del locale. Tramite questi accorgimenti si è potuto controllare entrambi i fattori senza alterare il colore e la temperatura della Luce Naturale

La tecnologia attuale, come in questo caso, si presenta come ottimo elemento complementare per l'Architettura, consentendo di rinnovare e qualificare, migliorando anche il prodotto finale stesso

Gallery

PARTNERS

PARTNER