Edificio con un piano vetrato
Luce, acustica, tatto. Progetto basato su percezioni sensoriali

Johan Sundber, architetto svedese, espande un edificio in un centro benessere, una spa dedicata al recupero fisico e mentale utilizzando materiali come pietra, cemento, legno e vetro in linea con la tradizione del luogo

L'edificio, dal nome Andrum, si trova a Åkersbergs Stiftsgård, paese la cui storia risale alla fine del XVII secolo. Rimanendo in linea con la tradizione del posto, che esalta l'ospitalità e la cura, la fattoria viene ampliata a favore di un centro spa, destinato al recupero fisico e mentale

Edificio inserito in una pendenza

L'ampliamento viene subordinato all'edificio esistente, situato sul pendio verso il parco. Un colonnato caratterizza l'atrio dell'edificio. Le stanze inferiori hanno alti soffitti, e, guardandosi attorno, è possibile entrare in contatto con la natura su tutti i lati

Edificio inserito in una pendenza

Andrum presenta diverse camere che sono comunicanti tra loto: bagno, sauna, cascata, vapore. Non mancano delle sale destinate ai vari trattamenti spa. Una terrazza rivolta a sud, isolata, è in diretto contatto con il parco

Edificio inserito in una pendenza

I materiali utilizzati sono cemento, pietra, legno e vetro, che creano un insieme armonioso. La fase progettuale avviene principalmente su impressioni sensuali, come l'incidenza della luce, gli aromi, l'esperienza acustica e tattile

Edificio inserito in una pendenza

Gallery